Diario di Bordo : Una lacrima sul viso

Mi tremavano le gambe. Emozioni e mille pensieri mi offuscavano la mente. “È giunto il momento “.

Ore 6.00 , sveglia! È il gran giorno. Il mio piccolo poco prima mi aveva già svegliato per la poppata notturna. 

Vestiti,scarpe,denti,capelli, make up.. Pronta! 

Prima di uscire di casa mi soffermo sulla culla a contemplare la culla -” Quanta bellezza” – e proprio quando stavo per scendere Samuele apre gli occhi e mi sorride. Come se avesse avuto un sesto senso ..” Fammi salutare la mamma prima che vada a lavorare ” . 

Ebbene si, dopo il sorriso a zero denti , l’ho preso in braccio e stretto forte forte a me con una lacrima sul viso. Con una lacrima e a malincuore ho tagliato il cordone ombelicale.  

Il distacco, soprattutto il primo giorno è stato difficile. Ma il lavoro aiuta a distrarsi 

  , e capisci che prima o poi avresti dovuto farlo. 

Il momento più bello della mia giornata? Quando dopo il lavoro ritorno dal mio bambino e lui mi sorride. 

Non c’è legame più bello che quello tra madre e figlio.

  

Annunci